Studio di Fisioterapia e Benessere

Milena Antonella Lioce

Moshe Feldenkrais

(1904-1984)

Fisico dalla mente geniale e poliedrica, sfrutta le sue conoscenze e la sua preparazione nelle arti marziali per elaborare il Metodo Feldenkrais. Nato in Bielorussia da famiglia ebrea, in un periodo storico non proprio dei migliori. All'età di 14 anni decide di lasciare la famiglia ed emigra in Palestina, successivamente si spostò a Parigi seguendo gli studi in fisica alla Sorbona, dottorato che gli permise di lavorare con il premio Nobel F. Joliot-Curie.

A Parigi nel 1933 conobbe il prof. Jigoro Kano, esperto in judo, incontro fondamentale, Feldenkrais esperto in jiu-jitsu si ritrovò catapultato nel mondo dello judo, divenne un esperto judeka, divenne un famoso insegnante ed i suoi libri Judo e Higheter judo, davano spiegazioni scientifiche di tale arte marziale, questo contribuì al riconoscimento internazionale dello judo come sport.

All'invasione a Parigi dei nazisti, Feldenkrais fu costretto a spostarsi in Scozia qui per il Ministero della marina britannica, svolse ricerche scientifiche sui sonar e su altre tecnologie anti-sommergibili. Fu in Scozia che iniziò ad elaborare il suo metodo. Da ragazzo in Palestina si era infortunato ad un ginocchio giocando a calcio, aggravatosi dopo la travagliata fuga dalla Francia verso la Scozia. Nela ricerca di trovare una soluzione al suo problema fisico, cominciò ad approffondire ulteriormente le sue ricerche sul movimento umano e collegarle alla sua personale conoscenza della fisica e delle arti marziali con discipline come l'anatomia, l'antropologia, l'antropologia, la biochimica, le teorie sull'apprendimento, la neurofisiologia e psicologia. Nel corso degli anni trovò originali soluzioni basate su un processo di auto-rieducazione, comprese quanto fossero collegati quei dolori fisici a tutta la personalità, ed iniziò un viaggio alla scoperta personale ed all'avventura intellettuale. Il fulcro della scoperta di Feldenkrais era un processo di autoconsapevolezza ed in particolare di consapevolezza attraverso il senso cinestetico del movimento. Aveva compreso quanto possiamo imparare su noi stessi e sul processo di cambiamento, focalizzando la nostra attenzione alle sensazioni dei nostri muscoli ed articolazioni, della gravità e dell'equilibrio, come svolgiamo un azione e dove portiamo l'attenzione durante lo svolgimento di tale azione. Tutto questo lo portò non solo verso un miglioramento dei suoi problemi fisici ma anche ad un miglioramento qualitativo generale del movimento.

Moshe Feldenkrais imparò molto bene la lezione di "imparare ad imparare" ed imparò ad insegnarla a tutti.

In tutto il mondo tenne corsi e conferenze, insegnando a persone di tutte le età, professioni, razze e culture, a persone sane e malate a riprendere il loro sviluppo personale e come riconquistare libertà ed autonomia.

Il suo metodo basato sulla relazione psicosomatica corpo-mente-ambiente, è divenuto famoso con la pubblicazione del suo primo libro nel 1949 "Il corpo e il comportamento maturo".


"il movimento è vita. Se migliori la qualità dei movimenti, migliori la qualità della vita."


Io e il Metodo Feldenkrais

Un insegnante Feldenkrais, durante i 4 anni di formazione, fa esperienza diretta del metodo, vivendolo intensamente in ogni suo aspetto. Nel luglio del 1997 ebbe inizio la mia avventura nel mondo Feldenkrais. Il direttore pedagogico-scientifico del Training Toscana FI 2- 1997/2001, era Ruthy Alon, senior trainer meravigliosa donna, allieva diretta per molti anni di Moshe Feldenkrais. Nei 4 anni sono passata da momenti di curiosità a momenti di disperazione, da momenti di leggerezza ad altri di pesantezza, era un continuo adattamento veloce. Tutto era messo in discussione, gli aspetti cognitivi, percettivi, emotivi erano tutti portati sul piano della mia consapevolezza, non fu semplice. In questo percorso mi sono riappropiata del mio corpo "vissuto", nel bene e nel male, ho imparato a riconoscere i miei limiti e viverli nella direzione dell'impossibile che diviene possibile.

L'aspetto incredibile dell'esperienza con il Feldenkrais è che a poco a poco abbandoni l'idea di una performance eccellente lasciando spazio alla comprensione di una efficcienza dettata da un ascolto consapevole, un attenzione dedicata alle sensazioni, alle azioni, alle percezioni. Un ascolto di autoconoscenza, un invito a noi stessi, un invito ad aprirsi ad una dimensione più intima, uno spazio in cui crescere. 

E ti si apre un mondo! Si scopre che non è più necessario lo sforzo, il corpo apprende la strada migliore più efficace per sè, ed arriva con movimenti fluidi senza frustrazioni all'obiettivo.


"cambiare e migliorare la qualità della vita dipende solo da noi" 

Il Metodo Feldenkrais - Imparare ad Imparare


I neonati fanno esperienza ed imparano a conoscersi crescendo nel movimento, e così è stata la storia dell'evoluzione, dettata sempre da una spinta motivazionale che ci ha portato verso l'evoluzione. Il Metodo Feldenkrais promuove il nostro sistema organico naturale, rivendica il diritto di muoversi in modo naturale con facilità ed agio. E' un metodo di auto-educazione ed apprendimento che utilizza come strumento di lavoro il movimento, e lo usa come risorsa per creare nuove mappe neuronali (neuroplasticità), riorganizzare e migliorare gli schemi motori acquisiti, divenuti spesso inefficienti e dolorosi, in alcuni casi dimenticati, al fine di renderli più efficienti e funzionali nelle azioni quotidiane. Quindi serve a rendere il sistema muscolo-scheletrico più funzionale, armonioso, flessibile, consapevole nell'uso dei sensi, la respirazione e la voce ritrovano la giusta armonia.

 Qualunque sia la storia di ognuno e qualunque sia la forma fisica, si può sempre imparare ad imparare a migliorare la qualità di ciò che si fa e di chi si è. In autonomia , in ascolto senza imitazione e competizione, annullare lo sforzo ed accogliere il minimo sforzo e la massima efficienza. 

Si rivolge a persone di ogni età e in qualsiasi condizione fisica, neonati, bambini, ragazzi, adulti, senior, artisti, sportivi. Non ha controindicazioni perchè rispettal'essere umano adattandosi alle caratteristiche personali. E' un valido supporto per le persone di ogni età che a causa di traumi, dolori, disturbi neurologici , patologie reumatiche croniche, patologie infiammatorie hanno limitazioni nelle capacità motorie e percettive. Il metodo Feldenkrais aiuta anche a migliorare l'espressione artistica e la consapevolezza nella danza, nel canto, nel teatro ed a migliorare le perfomances nella pratica sportiva.

Il metodo è  insegnato da un docente qualificato e riconosciuto dai relativi organismi ufficiali internazionali, si svolge in due forme di insegnamento :


Conoscersi attraverso il Movimento

lezione di gruppo

Sono lezioni collettive. L'insegnante ,guida verbalmente gli allievi in processi motori di esplorazione organizzate intorno ad una funzione specifica, come il camminare il rotolare l' allungarsi verso una direzione o oggetto di interesse ed altro, infinite esperienze interconnesse tra loro, che portano ad un arricchimento ed una trasversalità del movimento stesso in esplorazione, un interazione a 360° dell'intero sistema uomo.

Integrazione Funzionale

lezione individuale

L'insegnante attraverso le parole ed un tocco delicato non invasivo, accompagna il singolo allievo,

 in una esplorazione di organizzazione e possibilità e scelte degli schemi motori funzionali.